Ascolta l'episodio da qui

Ascolta l'episodio da qui

Tags

Condividi il Podcast

Clicca "Mi Piace" ed entra nella Tribù!

Vuoi fare una domanda o condividere la tua opinione?

28 Comments on “#76 – Ho’oponopono occidentale e sciamanesimo hawaiano, con Giovanna Garbuio”

  1. Un podcast davvero ricco di “perle preziose”, che ci mostra la via da seguire se vogliamo fluire con la Vita stessa.. e quindi incarnare il detto dell’ “essere nel flusso”, perfettamente allineati col nostro vero Essere di Amore puro.
    Questo ci ha trasmesso Giovanna, spontanea ed entusiasta nel saper farci prendere abilmente atto delle straordinarie risorse interiori, che ci consentono di vedere ogni cosa dall’ampia prospettiva del nostro Sé e vivere scegliendo quindi l’amore anziché la paura.
    Un sincero complimento anche a Daria e Maximilian, per il dono di saper intervistare in modo veramente coinvolgente, completo ed eccellente.. permettendoci di venire a contatto con il meglio del meglio e viverlo.
    Grazie di cuore.

    1. Ciao Veronica, grazie mille per le tue parole! E per il messaggio che sottolinei ancora una volta: vivere scegliendo l’amore anziché la paura.
      Grazie! un abbraccio 🙂

  2. Ho ascoltato questa mattina, in tutta calma, questa intervista. Devo dire che mi ha veramente soddisfatta. C’è dentro tutto, ma proprio tutto ciò che c’è da sapere. Mi ha aiutato a capire ciò che non mi tornava e il perché. Io penso che tutti coloro che si avvicinano a questo percorso dovrebbero ascoltarla. E penso anche che abbiate fatto un gran ottimo lavoro. Io ne farei un CD da allegare al prossimo libro di Giovanna o un CD fine a se stesso, è uguale. Ma è una cosa che va condivisa con più persone possibili. GRAZIE veramente. La ascolterò ancora e ancora. Ottimo lavoro……..sempre secondo me!!

  3. Ciao Giovanna

    sto ascoltando l’intervista su supernaturalcafè…la trovo un pò troppo dispersiva e ricalca le solite cose….quello che non capisco è perchè ridurre l’uomo a un peccatore quando sappiamo (o stiamo capendo) che non abbiamo nessun peccato da scontare in quanto creati geneticamente da qualcuno (e sappiamo benissimo di chi stiamo parlando…direi gli Elohim…No???)

    Le buffonate sul peccato sono purtroppo dogmi creati dalla chiesa per soggiogare i popoli…lo sappiamo

    Poi se crediamo in un Divino Creatore, Amore puro, Intelligenza Divina Suprema, allora c’entra forse l’amore con cui ha creato l’universo e tutti (e dico tutti)gli esseri che abitano il pianeta terra e tutti gli altri pianeti abitati sicuramente da altre civiltà.

    Quindi parlando di hoponopono mi aspetterei di sapere come ” sentirlo ” veramente e cosa fare a livello interiore per rendere efficare il mantra anche quando siamo (purtroppo )sommersi da pensieri e problemi.

    Le religioni hanno rovinato l’essere umano.

    Saluti

    Claudio

    1. Accidenti ragazzi (Daria e Maximilian) l’abbiamo davvero combinata grossa questa volta… io ero convinta avessimo detto esattamente il contrario. Che l’uomo è un essere perfetto, che il peccato è un’invenzione e che il male non esiste… E mi pareva avessimo anche parlato di ricerca del bello nel brutto, di sintonizzarci sull’Amore che siamo, dei problemi come opportunità … Uffa! Dobbiamo rifare tutto da capo!

  4. Grazie Giovanna, ho ascoltato con molto piacere la tua intervista e i contenuti da te espressi li ritrovo tutti carichi di luce dentro di me!Grazie, a presto!

    1. Grazie grazie grazie Nadia! Questo era proprio il nostro obiettivo la luce è dentro ognuno di noi e gli altri da fuori possono solo stimolarci ad accendere la nostra! Aloha Kakou

  5. Grazie Giovanna per la chiarezza e l’amore con cui ogni volta parli di hoponopono e io direi che stavolta hai veramente chiarito come poterlo ” sentire” veramente nella nostra vita al di la della semplice e fantastica ripetizione del mantra per pulire.
    Chiara spontanea essenziale questa volta ti sei superata e io ho girato questa intervista a tutte le mie amiche che insieme a me si stanno avvicinando a questa bellissima pratica di vita perchè mi sembrava davvero importante.
    Davvero una esperienza bellissima da rifare perchè gli spunti sono talmente tanti che l’intervista va riascoltata per poi approfondire tutti i punti di cu ci hai cosi meravigliosamente raccontato
    Grazie Grazie Grazie
    Rita

  6. Ho seguito CN costanza e curiosità ma forse era maggiore la curiosità perché nonostante libri e e-
    book l interesse a un certo punto si è dissolto

  7. Come sempre molto chiara Giovanna, grazie! E bellissimo anche il pensiero che hI avuto per tuo marito. Un abbraccio. Silvia

  8. Ma se devo lasciare andare le cose per il suo verso…Come faccio a modificare come voglio la mia realtà?

  9. Beh Patrizia su questo argomento si potrebbe fare un altro podcast. Ma telegraficamente ti dico che noi non possiamo modificare la realtà nella direzione che “vogliamo”, ma possiamo modificare noi stessi in modo da sperimentare nella nostra realtà ciò che ci rende veramente felici… e più ci incamminiamo in questa direzione più accadrà inspiegabilmente che un po’ alla volta ciò che vogliamo corrisponda a ciò che ci rende felici. Ma per ottenere questo dobbiamo non solo lasciare che le cose facciano il loro corso, ma dobbiamo anche accettare e assecondare il cambiamento in noi stessi!

  10. Quindi la mia realtà migliora quando accetto ciò che mi capita! Magari non è quello che voglio ,ma mi pare di capire è quello giusto per me. E allora chi decide per me?E dove finisce il libero arbitrio?

    1. Chi decide per te sei sempre tu, ma nella tua veste divina… diciamo la tua anima, il divino in te, la tua guida interiore. Dove finisce il libero arbitrio? Non finisce. Tu (tu razionale, ego) puoi sempre decidere di metterti contro il flusso… niente e nessuno te lo impedisce. Il divino in te ti sconsiglia, ti mostrrà la strada migliore, ma tu puoi ignorare i Tuoi consigli con il tuo totale libero arbitrio.

  11. Chi decide per te sei sempre tu, ma nella tua veste divina… diciamo la tua anima, il divino in te, la tua guida interiore. Dove finisce il libero arbitrio? Non finisce. Tu (tu razionale, ego) puoi sempre decidere di metterti contro il flusso… niente e nessuno te lo impedisce. Il divino in te ti sconsiglia, ti mostrrà la strada migliore, ma tu puoi ignorare i Tuoi consigli con il tuo totale libero arbitrio.

  12. Grazie! forse ho capito! Posso cambiare strada,ma magari quella mi porta dove non volevo, mi fa perdere tempo, mi danneggia. Quindi pensando di fare prima …in realtà faccio peggio e soffro? OK?

    1. Sììììììììì! Precisamente così! Abbiamo questo navigatore dentro che ci manda sempre dalla parte più gioiosa (non c’è giusto o sbagliato… alla meta ci arriveremo comunque, ma la differenza sta tra la strada della gioia e la strada della sofferenza)… tutto sta ad imparare ad affidarcisi! Poi il discorso è un po’ più complesso se vogliamo capirlo bene… ma non è necessario capire… basta imparare a seguire il flusso e sperimenteremo solo gioia e soddisfazione… anche se magari non è proprio quello che pensavamo ce l’avrebbe fatta sperimentare 😉

  13. Grazie cara! Mi hai davvero illuminata 🙂 Il tuo aiuto e stato davvero prezioso. Un abbraccio!

  14. Quando Giovanna dice che il vero mistero e’ perche’ il tutto e cioe’ noi abbia/mo deciso di conoscersi/ci e quindi ha/abbiamo messo in piedi questo “casino” credo sia per noia: o meglio il tutto e’ perfetto ed infinito e per apprezzare questo ha bisogno di esperienze varie , di soffrire e di gioire ,di commuoversi e di arrabbiarsi ecc. per farlo ha creato l’incarnazione ,che poi e’ un gioco . Per partecipare a questo gioco che si chiama vita terrena scegli di essere un personaggio e di avere un ruolo( i libri che Giovanna ha scritto descrivono perfettamente quello che sto’ dicendo) poi cominci a giocare…… Ovviamente perche’ il gioco riesca e sia divertente devi crederci fino in fondo e quindi quando ti incarni dimentichi chi sei davvero, non ricordi assolutamente che sei parte del tutto e che hai scelto liberamente di partecipare ; se cosi non fosse ricadresti nella noia e non avrebbe senso……quando decidi di finire,muore il tuo corpo terreno , hai finito il gioco, torni a essere cio’ che sei davvero. Torni nella tua vera dimensione universale e probabilmente rifletti su come e’ andata , quando pensi che sia il caso ricominci con una nuova avventura terrena.
    Io penso che le cose stiano cosi, hoponopono e’ una filosofia di vita bellissima non facile da applicare proprio per quello che dicevo prima , non ricordando niente pensiamo di essere separati da tutto e che tutto cio’ che ci succede non dipenda da noi, ma se capiamo davvero come stanno le cose la vita diventa una avventura meravigliosa anche quando dobbiamo vivere situazioni difficili…… Che poi come per magia quando diventiamo consapevoli di tutto questo le situazioni difficili sono sempre piu’ rare , almeno per me e’ cosi !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *