Pensi davvero di avere scelta? O il tuo Destino è già stato scritto da una mano misteriosa?

Daria & MaximilianInterviste14 Comments

Tempo di lettura: 4 minuti

Esiste il libero arbitrio?
Oppure è già tutto scritto nel libro del nostro destino?
O una via di mezzo tra le due cose?

Mi sono fatto questa domanda per molto tempo.

Da ragazzo avevo le idee confuse.

Al Liceo, i docenti delle materie scientifiche mi insegnavano a pensare che tutto è frutto di relazioni di causa/effetto, puramente meccaniche.

Non avendo il libretto delle istruzioni, tocca a noi indagare la realtà attraverso il nostro libero arbitrio e una serie infinita di prove e di errori.

La scienza in fondo è proprio questo: osservare, formulare ipotesi, verificarle, sbagliare tutto e ricominciare daccapo, fino a trovare una spiegazione convincente, anche se non necessariamente vera.

E’ un esempio la Gravitazione Universale di Newton, che ha funzionato egregiamente per anni, poi la fisica e l’astronomia hanno fatto grandi passi in avanti e gli studiosi si sono accorti che la Gravitazione di Newton non è universale per niente, siccome il suo modello funziona solo all’interno del sistema solare (e nemmeno così bene).

La filosofia occidentale mi parlava di un principio creativo e intelligente, di una causa prima del mondo, totalmente impersonale, che aveva predisposto il mondo secondo le leggi e poi lasciato gli esseri umani a scoprire queste leggi tramite il libero arbitrio. Un po’ come nella scienza del resto.

La religione cattolica mi raccontava di un Dio che aveva creato il mondo in 7 giorni, ci aveva fatti a sua immagine e somiglianza e poi se ne era andato in vacanza chissà dove. Un tale Nietzsche sosteneva addirittura che Dio era morto, lasciandomi totalmente in balia di me stesso.

La fisica quantistica incasinava ulteriormente le cose. A scuola scoprivo che un osservatore può influenzare l’esito dell’esperimento e quindi la realtà che sta osservando. E il tempo non è lineare, non va soltanto in una direzione.

E quindi come stanno le cose?

In apparenza il mondo ha delle leggi e funziona secondo il principio di causa ed effetto (azione e reazione) come in un grande “effetto domino”. L’essere umano dotato di creatività, così come l’animale e altri esseri viventi, può usare il suo libero arbitrio per influenzare la realtà. Le sue scelte imprevedibili aggiungono l’elemento della casualità in un sistema altrimenti completamente meccanico.

Questa è una spiegazione plausibile, ma non mi convince del tutto.

L’uomo ha davvero la possibilità di scegliere?

Ogni istante abbiamo davanti a noi un’infinità di scelte possibili, ma ne facciamo solo una. Potevamo davvero fare una scelta diversa? Oppure anche noi siamo frutto di questo “effetto domino” e quello che ci sembra il libero arbitrio è in realtà l’unica scelta che potevamo davvero fare, in quanto prigionieri della legge di causa ed effetto?

Mmm…

Sin da piccolo faccio sogni premonitori. Sogno situazioni, anche complesse, che poi si avverano. Questo potrebbe far pensare che tutto è predestinato e che io ho la capacità di vedere nel futuro, di prevedere ciò che accade. Ma potrebbe anche significare il contrario.

Dopotutto io sogno ogni notte, ma di sogni premonitori ne faccio pochi all’anno. Forse molti dei sogni che faccio sono sogni premonitori che però non si avverano?

E quindi a volte abbiamo la possibilità di cambiare il futuro, a volte no?

Purtroppo non ho ancora una risposta, ma continuo a cercare.

Di certo la scoperta più sconvolgente che ho fatto da ragazzo è stata l’astrologia.

Quando avevo meno di 20 anni ho ricevuto un libro che mi ha cambiato la vita. Era un corso base di astrologia occidentale.

Dopo aver letto quel libro e studiato il mio tema natale (la carta astrologica) avevo così tante nuove domande senza risposta… ero ancora più incasinato di prima!

Com’è possibile che la mia vita sia scritta nelle stelle? Com’è possibile che in base al mio giorno, orario e luogo di nascita sia possibile sapere tutto su di me, dal punto di vista fisico, emotivo, mentale, caratteriale, i miei talenti e i miei difetti, punti di forza e di debolezza, vizi e virtù…

Ok, questo lo potevo in qualche modo accettare… ma com’è possibile che in base alle posizioni dei pianeti sia possibile prevedere una malattia, un incidente, un trasloco o la nascita dei miei figli? Insomma, il futuro?

E questo è niente… com’è possibile che sul mio tema natale ci sia la storia dei miei genitori, dei miei fratelli, di mia moglie e dei miei figli? Il loro carattere, la loro vita, il loro destino?

Nel mio tema natale è scritto tutto questo. Pazzesco!!!

E’ come un grande orologio cosmico, anzi un grande computer cosmico, che in ogni istante scandisce la regia del mondo. E’ impressionante la quantità di dettagli precisi che possiamo leggere.

E allora questo cosa significa? Che è tutto predestinato? Che siamo seduti in un grande cinema, guardando un film già scritto dall’inizio alla fine?

E mentre lo guardiamo pensiamo di essere noi i personaggi del film, che non conoscono la storia e non sanno come andrà a finire…

Forse è così, pensiamo di fare scelte basate sul libero arbitrio ma in realtà non stiamo decidendo un bel niente… è tutto scritto, il film è già stato prodotto e distribuito nei cinema.

Probabilmente è così, ma forse c’è un piccolo dettaglio che può fare una grande differenza.

La differenza è che… questo meccanismo, questo grande computer cosmico che scandisce le vite di tutti noi… questo grande mistero è stato svelato davanti ai nostri occhi, perché noi potessimo comprenderlo e usarlo.

E’ come se ci fosse stato consegnato il codice segreto per interpretare la realtà.

Il famoso LIBRETTO DELLE ISTRUZIONI!!!

Ma allora, perché ci è stato dato questo immenso potere, se non abbiamo il libero arbitrio per utilizzarlo e tutto è già scritto?

La mia personale risposta è che… il libero arbitrio esiste, ma è limitato dal nostro livello di consapevolezza.

Immagina di essere su un treno. Hai la possibilità di fare quello che vuoi. Sederti, stare in piedi, passeggiare, andare al bagno… ma qualunque cosa tu faccia, arriverai comunque alla stazione prevista, perché i binari ti stanno portando là.

Libero arbitrio e destino, assieme.

Crescere in consapevolezza ci permette di cambiare treno. L’astrologia ci permette di farlo.

Secondo alcuni, aumentare la nostra consapevolezza ci permette di cambiare la natura stessa della realtà e quindi influenzare anche gli astri.

E così gli astri non sono più il computer che genera la realtà. Gli astri diventano uno specchio del nostro livello di consapevolezza, che ci permette di leggere la nostra realtà attuale, passata presente e futura.

Siamo noi che generiamo la realtà e la leggiamo negli astri.

E’ vero, ci sono energie molto potenti che governano la nostra vita. Questo è il Destino, dentro al quale si muove in forma limitata il nostro libero arbitrio.

Ma la nostra consapevolezza può governare o almeno influenzare queste energie molto potenti. Alla fine, la responsabilità ritorna sempre in mano nostra.

Un cambio di prospettiva abbastanza sconvolgente 🙂

Marco Fardin si occupa di questo cambio di prospettiva.

E’ uno dei principali esperti e divulgatori italiani del Calendario Maya.
Ma il suo approccio è diverso da quello della maggior parte degli studiosi.

http://www.supernaturalcafe.it/podcast/episodio-15/

Marco è un allievo di Johan Calleman, uno dei massimi esperti mondiali sul Calendario Maya. Anche secondo Calleman la nostra consapevolezza può influenzare le forze che governano il nostro destino, nel bene e nel male.

In che direzione sta andando l’umanità? Dove ci sta portando la nostra consapevolezza? Cosa è scritto nel nostro Destino? Ne parliamo in questa intervista davvero super interessante:

http://www.supernaturalcafe.it/podcast/episodio-15/

E tu? Credi nel Destino o nel Libero Arbitrio? Ascolta l’episodio e se è destino… leggeremo il tuo commento sulla pagina del podcast!

Buon ascolto 🙂

Daria & Maximilian

14 Comments on “Pensi davvero di avere scelta? O il tuo Destino è già stato scritto da una mano misteriosa?”

  1. Sai io alle volte credo nel destino cheeè tutto scritto per fatti che mi accadano ma poi non so il perché va tutto diversamente di come deve andare.. Io sono separata da tanti anni ma con il mio ex c’è un legame forte che nn riesco a staccarmi da lui mi hanno letto tante volte le carte e Anke chi ha visto già il mio futuro che sarei tornata con il mio ex e mi sarei sposata ma dopo 7 anni ancora questo non accaduto allo ho incominciato a pesare che il destino lo creiamo noi..

    1. Cara Anna, purtroppo non abbiamo una risposta… anche noi ci facciamo tante domande… Possiamo solo dirti che i cartomanti non possono prevedere il futuro con assoluta certezza e comunque le carte ci dicono solo quello che siamo pronti a sentirci dire. Ne abbiamo parlato con Manuela Simeoni, una bravissima cartomante, in questa intervista: http://www.supernaturalcafe.it/podcast/episodio-29/
      Un abbraccio!

  2. Innanzitutto il destino e il libero arbitrio sono parole, e le parole non sono altro che una modalità con cui ci esprimiamo il mondo esterno e interno a noi. Il punto è che se il destino esiste non vuol dire che non abbiamo la libera possibilità di fare ciò che vogliamo, noi agiamo sul mondo e subiamo dal mondo delle influenze. La ragione e la nostra coscienza ci rendono in grado di percepire e capire quello che ci accade fuori di noi e più difficilmente quello che succede dentro di noi. Esistono due realtà una è riconosciuta da noi l’altra ci riconosce ed è esterna a noi. Purtroppo la nostra realtà è limitata a noi mentre quella esterna appartiene a tutto ciò che è fuori di noi. Il libero arbitrio è legato esclusivamente a noi e alle nostre scelte, mentre il destino è legato alle scelte degli altri e alle trasformazioni dello spazio in cui viviamo. Un esempio, io posso sì scegliere di impegnarmi nella realizzazione della mia vita, magari voglio diventare un avvocato e decido di studiare per diventarlo, ma se il luogo dove vivo me lo impedisce? O peggio se una giornata che vado all’Università vengo investito da un’auto! Ecco che allora si mostra evidente la natura dominante del destino sulle nostre effettive scelte e decisioni. Verrebbe da dire che allora non abbiamo poi tanto potere di intervenire per modificare la nostra vita, ed è qui che ci sbagliamo, noi possiamo sempre interferire con il futuro, perchè come il passato e il presente non esistono, sono frutto della nostra immaginazione e rappresentazione mentale dell realtà. Ognuno di noi è dotato di un sistema fatto di sensi, quali vista, tatto, olfatto, udito, gusto. Questi che generalmente sono dei sistemi di percezione della realtà, io preferirei definirli come dei linguaggi, si perchè ci permettono proprio come le parole di comunicare con il mondo e nel mondo. La natura dell’uomo però caratterizzata dall’uso della ragione ci impedisce di sviluppare a pieno questi linguaggi. Vi siete mai chiesti come fanno i piccioni a scappare prima che li colpiamo con un calcio o ci muoviamo nella loro direzione, a volte siamo così vicini che ci sembra impossibile capire come riescano a fuggire, ma questo esempio si può fare con più animali. Ecco il nostro piccione e altri animali hanno sviluppato altri sensi e pur non conoscendo le nostre intenzioni interpretano attraverso il loro linguaggio ciò che sta per avvenire e non ciò che avviene. Come riescono allora animali meno “intelligenti e avanzati” di noi ad avvicinarsi alla precognizione? Non sono più sviluppati di noi, solamente hanno imparato a comunicare in maniera completamente differente alla nostra, in certe situazioni anche noi comunichiamo senza l’uso della parola, ma sono pochi i casi! O meglio sono più i sistemi di comunicazione che non prevedono l’uso della parola a interferire nella nostra vita, ma la nostra coscienza e ragione tende a focalizzarsi su quello che è facilmente definibile e comprensibile. In una normale conversazione è più facile concentrarsi su quello che dice la persona, piuttosto che dare attenzione agli sguardi, movimenti del corpo e i suoi cambiamenti. Come mai? Forse perchè fin da piccoli ci insegnano definire il mondo attraverso le parole, ma non ci accorgiamo che la maggior parte degli esseri viventi non usa questo strumento. Come fanno allora ad impostare la loro vita? Utilizzando altre forme di comunicazione. Ritornando quindi al discorso del libero arbitrio, noi agiamo sempre in funzione di ciò che conosciamo, ma non sempre ci è dato modo di sapere e comprendere la dimensione della realtà circostante. Anche potenziando altri linguaggi rimarrebbe vasto il campo di esplorazione del futuro, che altro non è che la realtà modificata che ancora non ci è possibile vedere o sentire. Quello che possiamo fare e imparare ad organizzare la vita secondo un approccio che miri a valorizzare tutti i diversi linguaggi che ci si presentano per riuscire nella maniera più incisiva e determinante a fare scelte che siano significative per noi e che non succeda l’inverso, cioè che sia il mondo esterno a prendere e creare le nostre strade, con il rischio di subire ed essere passivi di fronte agli avvenimenti che ci si presentano. Fare della vita una continua ricerca di significati può aprirci le porte per iniziare una nuova era, un era fatta di cambiamenti, che siano rivoluzionari! Capire che noi siamo “uno” ma che facciamo parte di un “tutto” e che possiamo farci cambiare, ma che è possibile anche far cambiare!

  3. Penso solo che se prendi una strada ti può succedere un qualcosa come giocare vincere o perdere . se prendi un’altra strada e non giochi di sicuro non rischi niente per cui a te la scelta . anche se penso che la mia scelta sia dettata dal mio destino anche se tutto può sembrare strano per molti ma in fondo penso che sia proprio cosi . basta vedere gli eventi di ciò che accade intorno a noi e per citarne uno a caso come di quel automobilista a cui gli e crollato il ponte addosso mentre passava con la sua auto sulla milano lecco fatto successo non molto tempo fa . e come la chiamate voi che non credete al destino casualità o fatalità ma lui mica se la andata a cercare la morte . e ciò vuol dire soltanto una cosa che questo stava scritto nel suo destino senza ma e senza se più chiaro di così !!!

    1. Esistono meccanismi sottilissimi,un campo quantistico di cui abbiamo scarsa consapevolezza.Una cosa è sicura:siamo tutti interconnessi e se ci concentriamo,e con FEDE e CONVINZIONE pensa ad una persona o ad una situazione,questa coincidenza ci viene incontro! È il campo delle info eteree!Ma quante ne potrei raccontare.Ad esempio una volta ero in un tabacchi ed una signora era intenta a guardare il 10 e lotto, mentre stavo per uscire,dopo aver comprato il giornale,mi è venuto un flash e ho detto a quella signora:adesso esce il 4…ed esce il 4(che poi è il giorno della mia nascita)… evidentemente,a livello quantico avrò captato questa informazione della realtà.Un’altra volta stavo lavorando nella statale vicina al mio paese,stavo male, mentalmente ho “invocato” un mio amico,uomo di chiesa,molto carismatico, l’ho chiamato e pregato di venire… incredibile!!!dopo pochissimi minuti è venuto li dov’ero col suo mezzo di lavoro e mi ha detto(ironicamente):cosa vuoi? sempre che ti lamenti sei e chiami,che vuoi?e sorrideva…Pazzesco! Un’altro fatto eccezionale che mi è capitato è strabiliante.Una domenica ero andato a mangiare dai miei suoceri,a fine pranzo alcuni si decidono ad andare a fare una passeggiata in campagna con la macchina.Io avevo preferito andarmene a casa,mettermi davanti alla TV ed al pc.Poco dopo le 17 mi arriva un flash pazzesco:invocando il cielo ho pregato:ti prego Signore non lo permettere!!!Cavolo!!!Dopo una quantità di minuti da quella premonizione un parente mi ha telefonato dicendomi di andare all’ospedale che i miei avevano avuto un bruttissimo incidente,in pratica si erano rotti i freni della macchina in una discesa ripidissima,ma mi aveva anche tranquillizzato dicendomi che a parte qualche rottura di osso ed escoriazioni varie non c’era niente di grave.Incredibile.Quindi la nostra coscienza vive in un campo informazionale quantistico eccezionalmente vero ma penso che noi non siamo artefici di questi fax che arrivano(o forse lo siamo artefici?!?).Per quanto riguarda quello che ci accade le cose sono due:1)noi non siamo venuti al mondo volendolo quindi siamo vittime di decisioni prese da altri/Se è così siamo tremendamente inguiaiati perché la nostra anima o spirito potrebbe essere prigioniera di entità demiurgiche che godono della nostra sofferenze e loro tessono il nostro stesso destino.Non ci sarebbe via di uscita,si potrebbe tentare il fatto di fare diventare l’amore pane quotidiano per tutti gli esseri e vivere di pave,armonia, condivisione,annullando l’odio ed il dualismo…ma temo che proprio quest’ultimo sia perpetrato da questi esseri influenzando i fautori del male nel mondo,ecco perché chi governa il mondo non aggiusta le cose,anzi…2)potrebbe essere che sia vera la teoria reincazionista per cui viviamo in una evoluzione perenne fin quando non raggiungiamo il perfezionamento della nostra essenza.Sono cattolico,ma molti dogmi sono illogici e Dio non mantiene le promesse stipulate da Gesù, soprattutto che le preghiere sarebbero state esaudite,ma devo ammettere che ci sono pochissimi miracoli ed alcune testimonianze di gente che cambia vita,nel 90 per cento dei casi rimane solo sofferenza e morte.

    1. Ciao Grazia, anche io faccio tanti sogni premonitori. Eppure… forse molti dei sogni che faccio sono potenzialmente premonitori, ma solo una piccola parte si avvera. Ci hai mai pensato? Probabilmente il futuro non è scolpito nella pietra e noi riusciamo a vedere un futuro probabile, ma non sicuro al 100%. O forse il futuro non esiste e tutto è un eterno presente… chi lo sa 🙂
      Un abbraccio!

  4. Daria e Maximilian….non vi siete sbagliati… è tutto presente…esiste il qui ed ora…in termini universali il tempo non esiste è un artefazione della mente umana limitata….passato presente e futuro umano sono semplicemente l eterno..

  5. Anche io credo che abbiamo un destino scritto …Anche io ho vedo il futuro è poi i fatti si avverano. Questo mi piace poco .Concordo con quella parte dell ‘articolo dove possiamo cambiare qualcosa solo nella consapevolezza ma non solo nostra ma di tutte le parti in causa.

  6. Se il mondo é puramente fisico ogni nostra azione, pensiero, il stesso mio scrivere adesso é frutto di leggi fisiche come quando con una palla di biliardo ne colpisco un’altra e ne conosco la traiettoria in anticipo.
    Questo comporterebbe che non essendo capace di volere, perché tutto é scritto, se facessi un omicidio non dovrei essere punito…
    Invece io penso che ci sia qualcosa di metafisico, che mi permette di operare scelte al di la della della fisica del mio corpo, la capacità di distinguere il bene dal male ed in questo siamo stati creati a somiglianza di Dio.
    Sentendo la musica del piano non si puo pensare che non ci sia qualcuno che la suoni o guardando una cattedrale sarebbe riduttivo pensare sia solo un ammasso di mattoni.
    La stessa probabilità di creare la vita sul nostra pianeta é stato calcolata equivalente a quella che avrebbe un tornado di costruire un aereo di linea a partire da un mucchio di rottami.
    Quando nella fisica si é compreso che l’universo avesse avuto un inizio e che da uno spazio infinitamente piccolo si sia sviluppata l’energia che poi si é trasformata in materia, molti hanno storto il naso. Una tale singolarità da cui si é originata la materia, lo spazio ed il tempo sa molto di creazione e i vari sforzi per giustificarla fisicamente sono fino ad oggi vani anche perché il tempo avanza, l’entropia aumenta e non si ritorna indietro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *